Dal confronto nascono le idee e le soluzioni
Dallo scontro nascono i conflitti e lo stallo
Il confronto è figlio della umiltà e della conoscenza 
Lo scontro è figlio dell’arroganza e dell’ignoranza
Ognuno è libero di scegliere la sua strada.

Candidato:

Antonello Langiu

A.S.D.:

A.S.D. Black Sheep

Regione

Sardegna

Mail:

anlangiu@gmail.com

Telefono:

+39 388 4747424

Sito Web:

www.lafisbchevorrei.it

Chi sono

Dal 1995 mi occupo di consulenza informatica con un approccio di problem solving alle necessita e criticità informatiche e di gestione dei miei clienti: questo modo di approcciarmi ai problemi alla lunga è diventato il mio modo di approcciarmi alla vita e allo sport.

Incontro il nostro mondo nel dicembre del 1996, quando sono entrato per la prima volta in un bowling e, dopo un anno da amatore all’interno di una ASD storica, insieme ad altri atleti fondiamo la Black Sheep, associazione di cui sono tutt’ora presidente, che si affilia alla F.I.S.B. per la stagione 1998.

Da allora nel mondo del bowling e dello sport ho ricoperto vari ruoli e cariche: sono stato atleta, Presidente di ASD, Udg e responsabile regionale UdG, Delegato Regionale (carica che ancora ricopro), componente di giunta CONI Sardegna per due legislature (anche questa carica ancora in essere), responsabile amministrativo di due società di pallavolo partecipanti al campionato nazionale di Serie B. In ultimo per ordine temporale, dal novembre 2018 sono il responsabile dei servizi IT Federali.

Da criticità a opportunità

In tutti questi anni passati in federazione, dal 1998 come atleta e come presidente di associazione, dal 2006 come delegato regionale per la Sardegna e negli ultimi 2 anni con l’incarico di responsabile di servizi informatici, ho potuto assistere e rilevare quelle che sono le criticità presenti nella nostra federazione, nel corso di questi anni alcune si sono a dir poco cronicizzate se non peggiorate altre si sono aggiunte, quando ho scelto di candidarmi alla carica di consigliere federale ho scelto di sostenere l’unico candidato presidente che avesse alle spalle un gruppo di lavoro composto per buona parte da componenti che ritengo siano capaci e preparati a trasformare quelle che oggi sono criticità in opportunità di rilancio per la nostra federazione.

Ritengo anche di poter contare sul sostegno e l’aiuto esterno di altrettante persone che in questi anni hanno lavorato e stanno lavorando per la Federazione, portando avanti le attività regionali e nazionali, anche in assenza di un consiglio fatto decadere nel momento più difficile per qualsiasi federazione ovvero la transizione dalla passata alla nuova stagione agonistica e alla corrispondente pianificazione di bilancio, impedendo di fatto l’avvio di progetti di sviluppo già delineati e immediatamente attuabili.

Per la parte di mia competenza, il Sistema Informativo Federale, ad inizio anno sono state bloccate una serie di attività già previste ma che, in mancanza di un bilancio preventivo approvato, sono state in gran parte fermate, alcune delle quali indispensabili per l’avvio della stagione 2020, tra queste:
• Adeguamento del gestionale federale a quanto previsto dallo RTS 2020, in seguito completato con delibera del commissario straordinario.
• Implementazione del gestionale federale per l’invio dei dati al Registro CONI 2.0 riguardanti l’attività sportiva, didattica e formativa svolta dalle associazioni affiliate alla nostra federazione, che per il 2020 sarà obbligatorio per definire, tra le altre cose, la consistenza dei contributi che nel 2021 potremmo ricevere da Sport e Salute e CONI.

Altra attività al momento ferma, da non considerare meno importante, l’avvio della digitalizzazione della nostra Federazione: una vera e propria rivoluzione nel modo di concepirne la gestione burocratica, con l’obbiettivo di trasformare la federazione da analogica a digitale e, nel contempo, offrire ai tesserati e ai presidenti delle affiliate nuovi strumenti di lavoro:

  • Creazione di un modulo di tesseramento semplificato al momento dedicato solo agli amatori del progetto Leva Bowling e agli studenti;
  • Avvio della Tessera Virtuale, fortemente voluta da Francesco Bellomonte, che già da quest’anno sportivo avrebbe permesso il rilascio di una tessera fisica con i soli dati anagrafici dell’atleta, tenendo i restanti dati presenti nella tessera federale a disposizione dei responsabili dei campionati e dei tornei (tramite una App per smartphone) costantemente aggiornati in caso di modifiche di stato in corso d’anno. Da sottolineare che il rilascio di una tessera fisica una tantum, anziché ogni anno come avviene oggi, porterebbe anche ad un importante risparmio sui costi di tesseramento.
  • Creazione di una piattaforma E-Learning di tipo professionale (moodle) attraverso la quale erogare corsi di formazione continua per tecnici e dirigenti federali, Ufficiali di Gara, dirigenti delle ASD, atleti e neofiti.
    Con corsi che vogliono spaziare dai regolamenti federali alle tecniche di gioco fino ad affrontare le normative fiscali e amministrative. L’utilizzo di una piattaforma di E-learning basata su Moodle offre la possibilità di erogare corsi che, oltre al rilascio di un semplice attestato di partecipazione, prevedano sessioni di esame e il rilascio di un certificato di superamento del corso. La stessa piattaforma, con i giusti accordi con la scuola dello sport, in futuro potrebbe rilasciare brevetti SNaQ (Sistema Nazionale di Qualifiche degli Operatori Sportivi) utili per il riconoscimento dei nostri tecnici al di fuori della nostra Federazione.

Tra le criticità che al momento hanno urgenza di essere affrontate abbiamo senza dubbio il risanamento del bilancio e la conseguente necessità di reperire nuove risorse finanziarie e l’emorragia di tesserati che ha visto calare progressivamente i numeri dei nostri atleti, le cui cause sono sicuramente più fisiologiche e strutturali che dovute a regolamenti di gioco o scelte più o meno condivise di come determinare la categoria agonistica di appartenenza dei singoli atleti.

Criticità che sono certo si possano superare solo con un progetto serio e strutturato che coinvolga la Federazione (intesa come un insieme formato da organismo centrale, ASD e gli atleti) e i centri bowling, perché una parte del movimento dell’open che gravita nei centri bowling si trasformi negli agonisti di domani.

Il Progetto Leva Bowling – Circuito Amatoriale (al quale ho dato e darò il mio contributo) affronta in modo innovativo queste due criticità in una prospettiva pluriennale.

Vorrei ora analizzare, per punti, le criticità più vicine alla mia sfera di competenza professionale, l’informatica e la gestione manageriale dello sport.

Risanamento del bilancio.

Il passaggio ad una massiccia digitalizzazione dei processi di gestione federale sicuramente comporterebbe un notevole risparmi di risorse finanziarie, l’esempio più lampante è il percorso virtuoso fatto in questi due ultimi anni, da quando sono stato contattato da Cosimo Zecca che in qualità di Vicepresidente mi chiese se ero interessato a presentare una offerta per il rifacimento del sito web e del gestionale federale oltre alla realizzazione del software per l’invio dei dati al Registro CONI 2.0, la mia risposta è stata semplice quanto immediata, presentare una offerta alla mia Federazione sarebbe stata una cosa inaccettabile dal punto di vista morale, ho proposto come alternativa di diventare consulente informatico, a titolo gratuito, nel vaglio delle proposte fino ad allora arrivate in Federazione.

Visti i progetti presentati e i loro costi, ho chiesto di poter riprendere i contatti con Roberto Giannone il programmatore che dal 2014 al 2017 ha creato e gestito per intero il gestionale federale e di conseguenza il sito federale che ne è la vetrina.

Tralasciando per brevità di racconto, le difficoltà di riallacciare un rapporto rovinato da chi mi aveva preceduto, e ringraziando Roberto per la disponibilità che ancora dimostra nei miei confronti.

Voglio solo sottolineare il beneficio portato da questa collaborazione in termini di meri costi, il risparmio sul costo medio dei progetti presentati è quantizzabile in circa 20.000 Euro, tutto questo senza interruzioni di servizi e potendo avere nuovamente il controllo sulla parte del sistema informativo all’interno della Federazione.

Il periodo di lock down nella sua drammaticità, ha dimostrato che la Federazione e i suoi Organi posso comunque lavorare da remoto, questo vuol dire che le riunioni del Consiglio Federale, le consulte degli organismi periferici e delle commissioni, possono essere trasformate da riunioni fisiche in riunioni a distanza, con un notevole risparmio di costi e un ulteriore facilità di confronto.

Questi sono solo due dei molteplici aspetti in cui le giuste scelte informatiche posso e devono portare un netto risparmio sui costi federali.

In questi quasi 2 anni di collaborazione con Roberto Giannone, e del mio staff abbiamo portato avanti e/o predisposto dei progetti per una ulteriore efficientamento della gestione federale informatica e non, spero che nel prossimo quadriennio anche se non eletto mi sia data la possibilità di portare avanti i progetti ancora aperti, bruscamente interrotti con la caduta del precedente Consiglio Federale, a quelli già pronti e ai nuovi già in cantiere.

Comunicazione.

Penso ad una revisione del sito web, con la sua trasformazione da mero veicolo di comunicazioni istituzionali a sito vetrina per la promozione del nostro sport che abbia come destinatari tutti coloro che vogliano approcciarsi al bowling come disciplina sportiva o anche solo come attività ludico motoria.

Oggi chi entra nel sito federale partendo dalla home page si trova davanti un sito istituzionale utile solo ai tesserati, contenitore di sole notizie e comunicazioni a loro riservate: comunicati del Presidente, segreteria e CTS, classifiche, organi federali, regolamenti. Sono informazioni spesso non facili da reperire e ancora più spesso duplicate e obsolete.

Quello che manca è il “chi siamo”, il racconto del bowling come sport e come passione e, allo stesso tempo, il dare le giuste informazioni a chi vuole approcciarsi al bowling anche solo come attività ludica, spiegando come e dove andare a giocare anche attraverso dei veri e propri tutorial video, che coinvolgano anche la nostra Nazionale.

Vedo importante permettere di approfondire anche attraverso il sito a chi volesse approcciarsi alla attività agonistica, spiegare e raccontare lo svolgimento della nostra attività pre-agonistica e agonistica, partendo dalla definizione delle categorie e delle classifiche che ne determinano l’appartenenza, arrivando a spiegare il percorso dei campionati di specialità e le regole che li governano.

Mi piacerebbe intervenire anche nella parte del sito cosiddetta istituzionale, svecchiandola, rendendola dinamica e facilmente fruibile, creando delle macro-zone di interesse. Fermo restando che rimarranno tutte le informazioni istituzionali e obbligatorie, auspico la riforma sostanziale di alcune parti:

Settore Eventi: l’evento, specialmente se si tratta di un Campionato Italiano, non può essere un mero contenitore di risultati, ma deve trasformarsi in un racconto vero e proprio dello stesso, rivolto anche a chi tesserato non è, partendo dal riscaldamento pre gara, passando per il suo svolgimento, fino ad arrivare alla pubblicazione delle classifiche

Settorializzazione delle comunicazioni, dedicando aree di provenienza precise e definite:

le comunicazioni della segreteria e/o del segretario generale avranno una zona molto simile all’attuale parte centrale della Home page del sito federale;

le comunicazioni del Presidente godranno di una zona riservata anche con contenuti multimediali nella quale, in regime di totale trasparenza, lui stesso potrà raccontare gli accadimenti federali;

la zona delle commissioni tecniche e sportive (CTS, CTA, UdG, ecc) che, oltre a riportare le varie comunicazioni di competenza, andrebbe completata dalla pagina delle FAQ (domande frequenti) in cui raccogliere tutte le risposte ai quesiti posti di tesserati in merito ai regolamenti e alle competenze delle singole commissioni;

Sezione Regolamenti Tecnici e Agonistici che, oltre ad essere scaricabili in formato pdf, dovranno essere resi disponibili in modalità dinamica, in uno “stile Wikipedia” in cui, con una semplice ricerca per argomento, chiunque trovi non solo l’elemento d’interesse ma anche quelli a questo collegati.

Integrazione del sito web con i canali social in cui la Federazione è, almeno di nome, già presente come Facebook e Youtube in particolare. Basandoci anche sul progetto già esistente del candidato Claudio Valentini e già in fase avanzata di studio per la realizzazione di eventi in diretta streaming dei campionati, con l’utilizzo di più telecamere e il commento per renderli vivi e fruibili anche ai non addetti ai lavori, abbandonando così la solita diretta Facebook che mostra solo in immagine statica gli atleti sull’approach e come sottofondo il rumore dei birilli.

Molta enfasi dovrà essere data agli eventi promozionali dedicati a chi si sta approcciando al nostro sport, amatori e progetto Leva bowling, nonché settore studentesco, per i quali altri consiglieri del nostro gruppo hanno già predisposto progetti in parte già attivati nella passata consiliatura.

Tutto questo e altro ancora per la creazione di un sito federale che sia soprattutto una vetrina istituzionale per il nostro sport e aiuti la crescita del nostro movimento.

Come tutti sappiamo, spesso la riforma dei siti si scontra con due dure realtà, la cronica mancanza di fondi e la mancanza di contenuti, ma soprattutto di persone che creino questi contenuti e tengano le varie piattaforme costantemente aggiornate. Per la realizzazione della struttura e della parte grafica del sito, conto di utilizzare le risorse professionali già a mia disposizione nell’attuale incarico di responsabile informatico della federazione e che al momento sono come me a costo zero, mentre per i contenuti vorrei coinvolgere il più possibile i tesserati, costruendo sotto un’unica regia la redazione di questo nuovo sito che dovrà essere e sarà costantemente il racconto della vita federale e dei suoi protagonisti.

I siti regionali dovranno essere visivamente e strutturalmente la copia del sito nazionale, ma con l’accento sui contenuti di rilevanza locale, offrendo spazio ai luoghi del bowling e alle ASD del territorio con pagine e redazionali dedicati.

Sarà fondamentale che i siti regionali, pur mantenendo uno stile nazionale e una linea editoriale comune, diventino espressione della federazione nel territorio, sempre con l’obbiettivo di rivolgersi non solo ai tesserati ma al mondo dell’open. Per riuscire in questo, sarà necessaria la collaborazione di atleti e dirigenti presenti sul territorio, che si prendano carico, naturalmente supportati dalla redazione centrale, di creare e rifornire di contenuti il sito della propria realtà regionale.

Trasparenza.

Con la parola trasparenza e la sua applicazione intendo definire e fare qualcosa che vada ben oltre quanto previsto dalle norme vigenti (D.Lgs 33/2013 circa gli obblighi di trasparenza previsti per le pubbliche amministrazioni e in ottemperanza alle Linee Guida emanate dal Coni in data 10.9.2018, in data 15.02.2019 e in data 17.5.2019 che circoscrivono gli adempimenti della pubblicazione a quelle attività svolte all’interno delle singole Federazioni Sportive Nazionali espressamente indicate dall’art. 23 co. 1), che già troviamo sul sito federale.
Per me la trasparenza sta nel dar conto ai tesserati di tutte le scelte fatte dal Presidente, dal Consiglio Federale e dalle varie commissioni, in modo costante, puntuale e tempestivo, pur rimanendo nei limiti dello Statuto e del Regolamento Organico Federarle.
Da sempre, ma in questi ultimi anni ancor di più, ho notato che le comunicazioni su quanto fatto, sul come vengano fatte e sul perchè vengano fatte le cose in un determinato modo, siano spesso in notevole ritardo, ma ancor più grave, ne vengano a conoscenza solo una parte ridotta dei tesserati. Raggiungere l’obbiettivo di maggiore e migliore trasparenza è più semplice di quanto si possa credere. Basterebbe implementare una sezione di FAQ sul sito dove i responsabili di settore possano dar conto delle loro scelte. Basterebbe portare le riunioni del Consiglio Federale e delle commissioni sulle piattaforme di video conferenza, in modo che le decisioni di urgenza possano finalmente essere prese in tempi brevi e in modo definitivo, e con la stessa rapidità comunicate ai tesserati, rendendo nettamente più rapido ed agevole il percorso decisionale. Affrontando poi il giusto percorso di dovute modifiche allo statuto, si potrebbero anche pubblicare le registrazioni video delle sedute del Consiglio Federale (fatte salve le parti relative alle questioni di giustizia sportiva). Altro argomento che, a mio avviso, dovrebbe godere di totale trasparenza è rendere accessibile a tutti la lettura del bilancio federale, aiutando ogni tesserato soprattutto a capire da dove provengano quei fondi che provvedono al sostentamento della nostra federazione, senza dimenticare l’informazione sul modo in cui questi soldi vengano utilizzati all’interno della gestione federale.

Buona parte del mio programma, come si può immaginare, è stato pensato e scritto prima della pandemia, ma pur nella sua immensa drammaticità che ancora oggi persiste, questa situazione che stiamo vivendo come emergenza, ha portato allo scoperto l’anacronismo di una gestione della Federazione ancora “analogica”. Mai come in questo momento è necessaria una svolta informatica della Federazione e dei suoi Organi Centrali, in modo da poter prendere delle decisioni collegiali in tempo reale e con la stessa rapidità darne conto ai tesserati.
Come ho già detto, ho scelto di candidarmi all’interno di una squadra con la quale in questi mesi ho condiviso contenuti e idee, ma se sarò eletto, indipendentemente dalla squadra, continuerò il lavoro iniziato nel 2005 ovvero essere al servizio di questa Federazione per la crescita del nostro movimento.

Grazie a chi ha voluto darmi l’opportunità di far conoscere il mio programma, leggendo queste righe senza arrendersi!

La squadra

Cosimo Zecca - Presidente

  • Paola Andrello – Consigliere
  • Alessandro Canessa Sattanino – Consigliere
  • Antonello Langiu – Consigliere
  • Giuseppe Lestingi – Consigliere
  • Martino Pota – Consigliere
  • Elisa Primavera – Consigliere
  • Arcangelo Priulla – Consigliere
  • Claudio Valentini – Consigliere
  • Nicoletta Anedda – Rappresentante Atleti